Damiano Scaramella

>>>Damiano Scaramella

Sizigie su un verso di Verra’ la morte e avra’ i tuoi occhi di Damiano Scaramella

«Verrà la morte e avrà i tuoi occhi.» Ripetiamolo come un mantra, sì, come l’ultimo degli oracoli impossibili, il primo, che dunque sempre accade e senza scampo. «Sarà […] come vedere nello specchio / riemergere un viso morto, / come ascoltare un labbro chiuso» echeggia tra noi, per bianca negromanzia, anche Pavese – lui o la Sibilla che gli siede accanto, la più antica la più feroce, quella che sempre più ha voglia di morire.