Andrea Ulivi, Sevanavank, Armenia 2009
Andrea Ulivi, Sevanavank, Armenia 2009
PDF

Poesie di Matteo Veronesi

Luglio 10th, 2018|0 Commenti

Sulla riva del lago c’è un uomo morto che sogna la propria morte E la vede e rivede nel vibrio stupefatto dell’acqua con le moltitudini delle foglie, la tela tenue dei rami, con le impietrite altitudini ‒ in alto il canto muto dei cieli deserti a cui fa eco il profondo in silenzio

Labile antinomico limes di Elisabetta Brizio

Luglio 10th, 2018|0 Commenti

Perché Mallarmé? Perché in diverse occasioni Matteo Veronesi ha dichiarato che se c’è un poeta di cui non potrebbe davvero fare a meno, questi è Mallarmé. E il sonetto mallarmeano c’entra con la sua visione del mondo e della poesia, forse c’entra qualcosa con Lettera dalla Dacia.