SUI Versicoli quasi ecologici DI GIORGIO CAPRONI. ALCUNI APPUNTI di LUIGI SURDICH

I Versicoli quasi ecologici sono un testo che trova la sua collocazione nella raccolta postuma di Caproni, Res amissa (del 1991). Con le difficoltà di sistemazione della struttura del libro (un libro di versi non rispecchiante l’ultima volontà dell’autore) si sono misurati tanto Giorgio Agamben, che ha curato la pubblicazione della raccolta nella sua prima edizione12 e che ha scritto una Prefazione (intitolata Disappropriata maniera, pp. 7-26),13 seguita da una essenziale Nota al testo (pp. 27-31),14 quanto Luca Zuliani, che si è sobbarcato lo spinoso lavoro filologico coronato dall’edizione critica della silloge.